Le smagliature, e come nasconderle in estate.

Le smagliature, e come nasconderle in estate.

- Categoria : Al mare

La stagione fredda è terminata, e con le prime giornate di sole e caldo afoso, si ha proprio voglia di fare una gita fuori porta o semplicemente trascorrere una giornata a mare.

In estate, infatti, uno dei principali obiettivi di molte persone, è l'esposizione al sole, per la famosa tintarella. Il sole, però è tanto amato quanto temuto al tempo stesso, amato perché scalda e consente di abbronzare la pelle, temuto perché è come un faro puntato sui difetti, infatti niente sfugge alla luce dei raggi solari. La famosa prova costume, porta con sé un mix di ansia, poiché oltre al pensiero di essere aumentati di peso, c'è il problema di nascondere i difetti del nostro corpo, come le smagliature.

Ma cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono delle alterazioni che colpiscono il derma, lo strato più profondo della pelle. In questa zona avviene una frattura delle fibre di collagene che genera una sorta di cicatrice. Si tratta di vere e proprie cicatrici della pelle, di forma allungata, che vengono quando la cute è fragile e non abbastanza elastica da sopportare tensioni della pelle, che si verificano quando si ingrassa, soprattutto in maniera veloce e repentina o dopo una gravidanza. In pratica, i tessuti, compreso quello connettivo, cambiano in seguito a cambiamenti ormonali, modificando la struttura di collagene. Le smagliature possono, infatti, assumere caratteristiche e colorazioni differenti in base allo stadio in cui si trovano, mentre le loro dimensioni rimangono bene o male le stesse in forma asimmetrica e spesso irregolare. Sotto le dita, le smagliature sembrano flaccide e testimoniano la perdita di elasticità cutanea.

I tipi di smagliatura

Le smagliature si possono classificare in tre categorie:

  • Le strie rosse, che si formano nella fase infiammatoria, ovvero quella iniziale, in cui si possono avvertire, nelle zone colpite, anche del prurito o dei lievi bruciori;
  • Le strie rosa, che sono il segno che il disturbo è entrato nella prima fase cicatriziale;
  • Le strie bianche, quando quest’inestetismo è entrato nella fase cicatriziale definitiva, e sono il segno che le parti colpite sono prive di melanociti, follicoli.

Le zone più colpite

Addome, fianchi, glutei, cosce e seno sono sicuramente i punti deboli e più frequenti dove possiamo assistere alla comparsa di smagliature. Nelle persone obese, che con la dieta perdono peso velocemente, non è difficile notare l’inestetismo anche all’altezza delle ginocchia. Differenti alla vista sono le smagliature di chi assume cortisone per lungo tempo. Infatti saranno localizzate quasi esclusivamente sull’addome e il loro colore virerà più verso il viola. Qualunque sia la causa o la zona colpita dalle smagliature, è chiaro che alcune donne le vivono come un fastidioso problema estetico per il quale vogliono trovare la soluzione migliore.

Come si formano: cause

Le cause delle smagliature possono essere molteplici. Bisogna tener presente che in genere le motivazioni vanno riscontrate nel processo di indebolimento della pelle, il quale è provocato soprattutto dalla carenza di proteine e da squilibri ormonali. Premesso che l’elasticità della pelle dipende anche da fattori genetici, vediamo quali sono le cause più comuni che portano alla formazione delle smagliature.

Possono comparire:

durante la gravidanza possono formarsi delle smagliature ad altezza del basso ventre, sulle cosce e sul seno: questo perché durante la gravidanza i tessuti sono particolarmente sollecitati;

  • durante la pubertà, per esempio, con la formazione del seno può accadere che i tessuti siano sotto stress a causa dell’ingrandimento. Le smagliature giovanili possono verificarsi tra i 14 e i 18 anni ed interessare diverse zone del corpo, quindi non solo il seno, ma anche le cosce, l’addome e i glutei;
  • il sovrappeso e l’effetto fisarmonica (ossia il dimagrimento accompagnato da una veloce ripresa dei chili di troppo) possono essere causa del cedimento del derma e della comparsa delle smagliature;
  • le cure a base di corticosteroidi hanno un effetto sull’elasticità del derma, che viene meno, e così si può andare incontro più facilmente alla formazione di smagliature;
  • alcune condizioni patologiche che possono preludere a un maggior rischio di sviluppare le smagliature.

Come curarle: prevenzione, rimedi naturali e trattamenti chirurgici

Tanti sono i rimedi che aiutano a prevenire o ridurre le smagliature ma, perché essi funzionino, vanno seguiti tutti insieme, contemporaneamente. Vediamo come:

  • innanzitutto un’alimentazione equilibrata, ricca soprattutto di frutta e verdura crude e arricchita con legumi, cereali, semi oleosi e pesce, che aiuta a garantire un alto apporto di minerali, vitamine e antiossidanti;
  • fondamentale è bere molta acqua, soprattutto d’estate, che aiuta anche la pelle a mantenersi idratata, migliorando la tonicità e favorendo i processi di rigenerazione;
  • idratazione, utilizzando prodotti ad azione elasticizzante mirata. L’ideale è eseguire uno scrub abbastanza frequentemente (due volte alla settimana) o un massaggio con guanto di crine. In tal modo si eliminano le cellule morte, e gli strati sottostanti siano stimolati a rigenerarsi, favorendo una migliore riparazione della pelle;
  • praticare attività fisica regolare migliora l’ossigenazione e porta nutrimento ai tessuti periferici, migliorando di conseguenza anche il tono e l’elasticità della pelle;
  • il burro di karitè, in grado di ammorbidire e di migliorare l’aspetto della pelle. Può essere applicato ogni giorno dopo la doccia sui punti critici dopo averlo ammorbidito in piccole quantità tra le dita. Vengono consigliati anche altri oli come quello di rosa, mandorla, cocco o semplicemente succo di limone.

Per la prevenzione e la cura delle smagliature possono essere messi in pratica numerosi rimedi naturali, da utilizzare con costanza, dedicando ogni giorno del tempo alla cura del proprio corpo. È praticamente impossibile che le smagliature, una volta formatesi, possano scomparire completamente, ma grazie ai rimedi naturali ed alle cure quotidiane il loro aspetto può essere migliorato, anche occupandosi di rendere la pelle più tonica. Per prevenire la loro formazione anche a fronte di una gravidanza, è necessario lavorare sull’elasticità della pelle e dei tessuti dell’organismo praticando un’attività fisica regolare e assumendo cibi ricchi di vitamina C ed E. Sia che vogliate prevenire le smagliature, sia che desideriate migliorarne l’aspetto, provate a mettere in pratica alcuni dei seguenti consigli.

Fino ad ora abbiamo parlato dei rimedi naturali per prevenire la formazione delle smagliature, ma dal momento che esse si formano ci sono dei rimedi un po’ estremi per la loro cura, poiché, quando i solchi delle smagliature sono larghi, profondi e fibrosi, c’è bisogno di trattamenti più invasivi. Essi sono:

  • biodermogenesi, si tratta di un trattamento combinato e totalmente indolore, che non sottopone a rischi di ustioni. La biodermogenosi, sfrutta l’associazione della radiofrequenza e dei campi magnetici, i lievi impulsi elettrici che lo strumento eroga, stimolano i fibroblasti a produrre nuovo collagene ed elastina. Successivamente i campi magnetici, attivano lo scambio cellulare e migliorano l’attività vascolare del tessuto, così facendo il solco della stria si riempie;
  • la serdermogenesi, questa tecnica si serve di una microfibra della larghezza di un capello per rompere i setti fibrosi e, attraverso il calore del laser, stimolare la rigenerazione tissutale e la produzione di collagene, dopo il laser, si procede con la biodermogenesi per stabilizzare il risultato;
  • bisturi, in casi di gravi smagliature si utilizza un particolare bisturi a radiofrequenza per asportare la parte di tessuto rovinato;
  • il trattamento delle strie cutanee, Nordlys, un dispositivo presentato al 40° Congresso della SIME, la Società Italiana di Medicina Estetica. L’apparecchiatura utilizza una lunghezza d’onda selezionata che supera i vecchi laser ad onda singola, ma anche quelli ad onda multipla perché rispetto a questi ultimi è in grado di eliminare le lunghezze d’onda non necessarie in modo che l’intervento sul tessuto sia il più possibile preciso e sicuro. In sostanza con Nordlys è possibile intervenire solo sulla smagliatura senza danneggiare la parte circostante arginando così qualsiasi rischio di bruciatura.

In conclusione, possiamo dire che i rimedi tra cui creme specifiche, i vari oli e i tanti consigli prima accennati possono essere considerati suggerimenti per prevenire le smagliature, ma l'unico rimedio sicuro per eliminarle del tutto, sono i vari trattamenti della chirurgia estetica, sopra elencati.

Condividi