Insonnia infantile

Insonnia infantile

L’insonnia è un disturbo caratterizzato da un sonno insoddisfacente e non riposante che può manifestarsi con difficoltà nella fase dell'addormentamento, frequenti risvegli notturni e risvegli mattutini precoci. L’insonnia, non è solo un disturbo legato al sonno ma essa, genera un notevole calo della qualità di vita ed è spesso associata a stati di tensione che coinvolgono la sfera psichica, poiché spesso è causata da preoccupazioni o da particolari periodi di stress.

Ricordiamo che una notte insonne non può essere subito diagnosticata come disturbo del sonno, ma solo quando invece il disturbo si manifesta per almeno tre mesi si parla di insonnia.

L'insonnia di solito viene generata da fattori:

  • genetici: i soggetti affetti da insonnia hanno almeno un familiare che soffre dello stesso disturbo;
  • comportamentali: ci sono alcune abitudini comportamentali che favoriscono l’insorgenza o il mantenimento dell’insonnia, come passare molto tempo a letto, fare riposini durante il giorno, utilizzare strumenti tecnologici prima di addormentarsi, come computer o smartphone;
  • emotivi: avvenimenti importanti della nostra vita e preoccupazioni possono causare l’insonnia. Essa, inoltre può essere determinata da disturbi mentali, come la depressione;
  • cognitivi: alcune caratteristiche cognitive possono favorire l’insonnia come la tendenza ad indugiare sulle preoccupazioni genera spesso infatti difficoltà nell’addormentamento.

L'insonnia, è un disturbo che colpisce tutti, bambini, adulti e anziani, e come abbiamo visto può dipendere da situazioni di forte stress. Questo è il caso, del nostro periodo storico-sociale che purtroppo stiamo vivendo, e a malincuore chi sta subendo molto le conseguenze di tutto ciò sono i bambini, che molto stressati e spossati, stanno avendo problemi di insonnia.

Purtroppo, la maggior parte dei bambini, a causa della pandemia del coronavirus, è costretta a rimanere a casa, privandosi come tutti noi, della propria vita. Nel loro caso, non c'è più scuola, più sport e nemmeno più passeggiate al parco, o le adorate visite dai nonni. I bambini, stanno vivendo questo periodo molto critico per tutti, con enorme problematiche. La mancanza della loro vita quotidiana, sta incidendo sfortunatamente sull'umore, sull'alimentazione e soprattutto sulla capacità di addormentarsi e di avere un sonno tranquillo.

Le cause dell'insonnia infantile, possono essere tante, vediamo alcune:

  • coliche, nei primi mesi di vita;
  • emotivi, come la perdita di un genitore, divorzio e separazione degli stessi, che innesca in un bambino, forte difficoltà di addormentarsi, con la presenza di brutti sogni;
  • cure farmacologiche, purtroppo possono far sì che il sonno ne venga compromesso;
  • stress o ansia: è il caso di questo periodo di covid.

Ricordiamo che lo sviluppo del bambino ha bisogno di una routine, quello che purtroppo viene a mancare. L’insonnia derivata da ansia e da periodi di forte stress, di solito si verifica all'improvviso, può essere fattori transitori prodotti dal personale, familiare o sociale. In queste circostanze, i bambini mostrano la loro ansia, modificando il loro comportamento e rifiutando di dormire. Essi possono anche farlo se hanno avuto una giornata piena di emozioni, perché il sonno sarebbe smettere di fare le cose che stavano godendo.

Prima di passare a delle cure farmacologiche, che possono essere sempre rischiose a causa della tenera età dei bambini, soprattutto vista la situazione difficile che stiamo vivendo possiamo, aiutare i nostri bambini ad addormentarsi seguendo delle regole, tra cui:

  • seguire una routine quotidiana: è importante mantenere sempre gli stessi ritmi, seguire sempre gli stessi passi e le stesse ore, e prevenire che queste abitudini cambiano in modo casuale;
  • mangiare leggero di sera: preparare un pasto che è facile da digerire, evitare soprattutto cibi zuccherati che possono eccitare il bambino. Né si deve consumare alimenti contenenti caffeina come caffè, tè, o coca cola;
  • fare un bagno rilassante con oli essenziali, come il gelsomino, oppure far sciogliere bustine o semi di lavanda o camomilla nella vaschetta del bambino, aiuteranno il corpo del bambino a rilassarsi e ad addormentarsi prima, nonché dare morbidezza alla pelle del bambino;
  • è consigliabile non giocare prima di dormire: poiché i giochi possono creare la sovreccitazione;
  • rispettare l'ora giusta: i bambini dovrebbero dormire per un 9-10 di fila, quindi è consigliabile farli coricarli non troppo tardi;
  • confortare il bambino con un oggetto: lo aiuterà a non essere solo nel suo letto, e si sentirà più tranquillo;
  • leggere una storia con luce soffusa, a voce molto bassa e tranquillo per rilassare i bambini.

Purtroppo, i bambini stanno soffrendo molto per la pandemia, è il sonno è realmente compromesso. A parte il sonno, la mancanza di dormire sereno, comporta altri sintomi che influenzano negativamente la vita giornaliera, come, maggiore affaticabilità quindi senso generale di malessere spesso associato ad un tono dell’umore alterato e una maggiore irritabilità, per i bambini che già frequentano scuole e quindi lavorano al livello didattico, si presenta una diminuzione della capacità di concentrazione con un possibile peggioramento nel rendimento scolastico, presenza di sintomi fisici, quali mal di testa, formicolii, stati tensivi, sintomi gastrointestinali.

A parte i sintomi fisici, che possono essere curati con farmaci, nel caso in cui essi si presentano, possiamo aiutare i nostri bambini- ragazzi ad essere più sereni, in questo brutto periodo e ad aiutarli a prevenire e anche a contrastare i sintomi dell'insonnia, con dei prodotti, che si possono acquistare in commercio, e che aiutano i nostri bambini a rilassarsi facilitando la fase dell'addormentamento. Tra questi prodotti vediamo:

  • SONNO GOCCE 3O ML: integratore da diluire in acqua, o in bevande, da far assumere al bambino di sera, prima di coricarsi;
  • ANSIOTEN JUNIOR 30ML: i suoi estratti di passiflora e camomilla favoriscono il rilassamento e il benessere mentale;
  • MELATONIN PURA JUNIOR GOCCE: integratore al gusto cioccolato bianco, a base di melatonina, che è un ormone naturalmente contenuto nell'organismo, ma talvolta per ragioni diverse la sua concentrazione diminuisce provocando difficoltà ad addormentarsi e disturbi del sonno. Integrare il proprio organismo con la melatonina è una soluzione efficace per superare l'insonnia;
  • LONGLIFE VALERIANA 60CPS 500MG: integratore alimentare per la regolazione del sonno e dello stress a base vegetale. Favorisce il rilassamento per conciliare il sonno e per alleviare lo stress;
  • PISOLINO GOCCE 15 ML: integratore alimentare, che contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno. L'effetto benefico si ottiene con l’assunzione, poco prima di coricarsi.

Ricordiamo anche che far bere una buona tisana, di sera al bambino può facilitare il sonno, ricordiamo infatti la linea MELLIN e PLASMON, che producono tisane a base di camomilla, melissa e verbana, tutte piante naturali, con effetti benefici, per il rilassamento e il sonno dei bambini.

Abbiamo visto, come poter aiutare i nostri bambini ad affrontare l’insonnia e tutte le sue sintomatologie, in questo periodo molto difficile, sperando che la pandemia del covid-19, finisca presto e sia per loro solo la fine di un brutto incubo e l’inizio di un periodo dove poter fare solo sogni sereni.

Condividi