Forfora: come prevenirla e come contrastarla

Forfora: come prevenirla e come contrastarla

- Categoria : Consigli per dormire , Forfora

Ogni persona, tiene molto al suo aspetto esteriore e a dimostrazione di ciò lo sono i nostri capelli e le varie acconciature attraverso cui esterniamo i nostri stati d'animo. Molto spesso però questo nostro apparire perfetti esteticamente viene ostacolato da alcune problematiche che colpiscono i nostri capelli, come la forfora, distorcendo la nostra immagine fisica.

La forfora, infatti non è solo una patologia del cuoio capelluto, con varie sintomatologie fisiche, ma essa, ha ripercussioni anche nella nostra vita sociale, poiché viene ad essere sintomo di disagio, poiché molto spesso la forfora è accompagnata da forte e insistente prurito al cuoio capelluto, rendendo non semplice rapportarsi con le altre persone.

Soprattutto quando, dopo la comparsa della forfora, essa diventa un vero incubo perché provoca lo sgradevole e famoso effetto neve, che si verifica quando ci si pettina i capelli o quando per il prurito ci si gratta tanto. Tutto ciò è causato dalle cellule morte che ricadono e si depositano sugli abiti o sulle superfici con cui stiamo a contatto, rendendo la nostra vita sociale, lavorativa e anche intima un vero e proprio disagio.

La forfora, come abbiamo detto è una patologia del cuoio capelluto, e che può colpire tutti e a qualsiasi età. Essa, oltre al disagio psicologico, comporta vari sintomi, come:

  • prurito lieve o insistente, dipende molto dal tipo di forfora;
  • irritazione del cuoio capelluto, che può apparire notevolmente arrosato, secco o grasso.

Come ogni altra problematica che colpisce il nostro corpo, anche la forfora ha delle cause scatenanti che possono essere:

  • dermatite da contatto;
  • dermatite seborroica: che non interessa solo il cuoio capelluto, ma anche il viso e il petto;
  • microrganismi, tra cui batteri, che colpiscono il nostro cuoio capelluto provocando una forte irritazione;
  • trattamenti igienici errati: come l'utilizzo di shampoo troppo aggressivi che danneggiano il cuoio capelluto; fonti di calore troppo alte, comportando la disgregazione della cheratinica; sostanze alcaline contenute in tinte colorate a cui sottoponiamo i nostri capelli;
  • erroneo modo di curare i capelli: è il caso in cui ci grattiamo con troppa insistenza con le unghie, sfregiando il cuoio capelluto, o quando ci spazzoliamo con spazzole e pettini non adatti alla nostra qualità dei capelli;

Come ogni problematica fisica, anche la forfora ha dei rimedi per curarla oltre che potremmo seguire dei consigli per prevenirla. Per curarla, con dei prodotti testati clinicamente, soprattutto nella fase più acuta dell’infiammazione al cuoio capelluto, è di fondamentale importanza, sottoporre i nostri capelli ad un esame clinico approfondito, e rivolgersi sempre ad uno specialista in dermatologia. Tra i prodotti che potremmo utilizzare per curare e contrastare il prurito e l’effetto neve della forfora, in commercio troviamo:

  • RESTIVOL ZERO FORFORA: uno shampoo olio, per la cute sensibile;
  • VICHY DERCOS SHAMPOO ANTIFORFORA: elimina la forfora visibile fin dalla prima applicazione e allevia la sensazione di prurito;
  • LA ROCHEPOSAY KERIUM ANTIFORF: trattamento intensivo antiforfora dall'azione micro esfoliante. Indispensabile in caso di forfora persistente e prurito intenso;
  • BIODERMA NODE K SHAMPOO: shampoo lenitivo per uso frequente che calma prurito e irritazioni, rispettando il naturale equilibrio del cuoio capelluto;
  • NICOTINAMIDE DH SHAMPOO: complemento cosmetico per la forfora associata ad eccesso di sebo e prurito. Il litio gluconato e la nicotinammide hanno azione sebo normalizzante, protettiva, lenitiva. Il pantenolo svolge un'azione emolliente, lenitiva.

Lo shampoo, viene ad essere un alleato fondamentale per contrastare i segni della forfora, quindi è sempre opportuno sceglierlo con una massima accuratezza. Proprio riguardo al a lavaggio dei nostri capelli è opportuno sapere che lavaggi poco frequenti e lavaggi tutti i giorni con prodotti aggressivi possono essere cause scatenanti della forfora. Quest’ultima causata da dermatiti, e anche da squilibri ormonali, può essere prevenuta evitando prodotti cosmetici aggressivi, fare gli shampoo tutti i giorni, non trascurare mai le dermatiti e le irritazioni, e soprattutto può essere evitata seguendo un regime alimentare che contenga alcuni principi nutritivi, come cibi ricchi di:

  • Vitamine tra cui ortaggi, frutta e pesce;
  • Sali minerali tra cui: carne, latte e derivati.

Alla luce di quanto detto, ricordiamoci, quindi che curare e prevenire la forfora, non è solo importante per la nostra salute fisica, ma lo è per salvaguardare la nostra serenità sul piano sociale, visto che quando la forfora si presenta non colpisce solo il nostro cuoio capelluto, ma influenza negativamente anche la nostra vita sociale e lavorativa, creando forti disagi psicologici, e distorcendo la nostra immagine estetica.

Condividi