Dermatite Atopica e prurito intenso: come combatterlo

Dermatite Atopica e prurito intenso: come combatterlo

- Categoria : Pelle

Con l’arrivo della primavera, si accentuano le tante malattie croniche, che colpiscono la pelle e sono molto soggette ai cambi delle temperature come ad esempio è il caso della dermatite atopica, che si accentua nella sua fase infiammatoria ancora di più, causando sintomatologie più gravi per chi ne soffre già tutto l’anno.

La dermatite atopica, anche chiamata eczema, è una malattia infiammatoria cronica della pelle.

La dermatite atopica, colpisce la maggior parte, i bambini già dal primo anno di età, per prolungarsi nella maggior parte dei casi fino all’età della pubertà, per poi gradualmente scomparire o attenuarsi. La dermatite atopica, è una malattia caratterizzata da arrossamenti della pelle con prurito, secchezza, desquamazione e, comparsa di vescicole. Di solito colpisce il viso, le mani, cuoio capelluto e le pieghe del gomito e del retro delle ginocchia.

Come qualsiasi malattia, anche la dermatite atopica, può essere causata da alcuni fattori, come:

  • fattori genetici;
  • conseguente di altre malattie;
  • sistema immunitario fragile;
  • allergie;
  • cause ambientali.

Proprio, per quest’ultimo fattore scatenante, rientra nelle cause più diffuse di dermatite atopica. Questo perché tra i fattori ambientali coinvolti ci sono sicuramente gli alimenti, soprattutto quelli più legati ad intolleranze, la presenza negli ambienti domestici di allergeni quali peli di cane e gatto, acari della polvere, l’eccessivo uso di prodotti topici come detergenti aggressivi e profumi.

Proprio, per motivii legati all’ambiente, in primavera, la dermatite atopica, raggiunge la fase più acuta per chi ne soffre. In questa fase, le lesioni sono caratterizzate da chiazze rosse e squamose o placche che possono secernere liquido.

Le lesioni della dermatite atopica, possono differenziarsi con l’età, ad esempio nei bambini piccoli le zone interessate sono il viso, nei grandi di più le zone degli arti, ma c’è un sintomo che accomuna tutte le fasi e i pazienti della dermatite, che è il prurito.

Il prurito è maggiore soprattutto nei bambini, che purtroppo a causa della loro tenera età, non riescono a non farlo.

Prima di attuare, qualsiasi trattamento medico, anche a scopo preventivo, è opportuno diagnosticare che si tratti realmente di dermatite atopica, praticando una visita dermatologica e dove occorrono anche visita allergica con successive prove allergiche, e in casi più estremi dove non si capisce la causa scatenante, una visita genetica.

A scopo preventivo, per attenuare i sintomi della dermatite, è opportuno:

  • evita di applicare sulla pelle saponi o schiume da bagno contenenti detergenti aggressivi. Per lavare la pelle, è consigliabile usa dei detergenti con oli naturali. Mai lavarsi solo con acqua, poiché la secchezza aumenterebbe di più;
  • dopo il bagno, è consigliabile nutrire la pelle, con una crema corpo emolliente;
  • per rafforzare e nutrire la pelle atopica, è importante su consiglio dello specialista assumere gocce o integratori per attenuare i sintomi della dermatite;
  • per gli arrossamenti e il prurito è opportuno assumere degli antistamici, per lenire il prurito, creme cortisoniche per arrossamenti e vescicole;
  • evitare cibi allergeni come uova, formaggi, frutti di mare, ed alimenti forti come gli scatolami e cioccolato. Mangiare invece, alimenti ricchi di vitamine che nutrono l’epidermide, come pesce contenente Omega3, verdure e frutta;
  • per i neonati, utilizzare prodotti tutti naturali, come pannolini, salviettine e introdurre pian piano gli alimenti in fase di svezzamento per capire eventuali allergie ed intolleranze che possono scatenare la dermatite;
  • per le donne, evitare make up aggressivi, soprattutto se la loro dermatite interessa viso e collo, ed utilizzare cosmetici con prodotti naturali.

La dermatite atopica è una malattia cronica, e di conseguenza accompagna il paziente, bambino o adulto, per molto tempo, e oltre alle cure farmacologiche è opportuno curare il corpo con vari prodotti che possono almeno aiutare a prevenire la fase più acuta e più infiammatoria della malattia. In commercio, esistono prodotti, quali creme, detergenti, oli, come:

  • DERMASIQ ATOPICA 250ML: Emulsione fluida ad azione idratante di lunga durata per cute secca, sensibile, arrossata e per pelli che necessitano di essere nutrite e riparate, come dermatite atopica e psoriasi;
  • TOPIALYSE BAUME LAVANTE 400ML: balsamo cremoso e nutriente che deterge senza seccare, idrata intensamente e calma la sensazione di prurito delle pelli molto secche/atopiche. Adatto ai bambini;
  • LICHTENA DERMAD CREMA VISO40ML: crema studiata specificatamente per la pelle a tendenza atopica del viso soggetta a eritema, prurito, desquamazione e secchezza, di adulti e bambini dai 3 mesi in su;
  • DERMOFLAN 40 ML: indicato come coadiuvante cosmetico emolliente e lenitivo nelle principali di reattività cutanee caratterizzate da infiammazione ed in particolare per dermatite atopica, da contatto e reazioni allergiche;
  • EUBOS EMULSIONE ULTRANUTR 200ML: fornisce alla pelle secca preziosi lipidi e sostanze rigeneranti. Migliora il grado di idratazione, protegge la biosfera naturale e previene la secchezza cutanea. Leviga la pelle rendendola elastica. Indicata come coadiuvante nelle dermatosi molto desquamanti e nei bambini atopici;
  • MUSTELA AMIDO DI MAIS: specificamente formulato per la pelle ipersensibile e reattiva fin dalla nascita, l'amido di riso lenitivo e rinfrescante deterge la pelle, lenisce gli arrossamenti e allevia la sensazione di prurito con una alta tollerabilità cutanea.

Condividi