BACK TO SCHOOL: Come tornare a scuola in sicurezza

BACK TO SCHOOL: Come tornare a scuola in sicurezza

- Categoria : Dormire bene

Il ritorno a scuola dopo la pausa delle vacanze estive rappresenta da sempre per genitori, bambini e ragazzi, un momento particolare.

Il ritorno a scuola si aspetta con tanto entusiasmo dove il mese di settembre è caratterizzato dal ritorno sui banchi di scuola, al rincontro con maestre e compagni di scuola. La scuola non è solo istruzione e formazione culturale, ma è parte attiva nella formazione personale di ogni singolo alunno.

Quest'anno oltre all'entusiasmo nel ritornare a scuola, c'è anche molta preoccupazione.  Purtroppo, abbiamo tutti noi vissuto mesi difficili afflitti da un senso di paura e ansia. Con il covid-19 i ragazzi e i bambini da un giorno all'altro hanno dovuto smettere di andare a scuola non facendo più le stesse cose di sempre, ovvero preparare lo zaino prendere lo scuolabus e andare a scuola.

Ai genitori, che nel frattempo si sono goduti un po’ di tempo con i propri figli è toccato l'arduo compito di spiegare la triste situazione che affliggeva il mondo intero. Un virus si è impadronito della nostra vita e ci ha obbligato per mesi a restare chiusi in casa lontano da tutti e tutto e ogni giorno ci teneva incollati alla TV per apprendere sempre notizie negative.

I genitori si sono dovuti farsi carico di alleggerire il carico emotivo rispondendo alle tante domande dei propri figli e a volte senza un a risposta corretta. I ragazzi ma anche i bambini, da subito hanno capito che la situazione fosse più grave di ciò che i genitori raccontavano dal momento che non solo non c'erano più uscite ma che la scuola fosse stata chiusa per interi mesi.

Le nuove generazioni, così come tutto il corpo docente hanno dovuto fare i conti con la didattica a distanza, anche qui all'inizio ci sono stati momenti difficili, ma sono riusciti a finire i programmi didattici.

La scuola, però da sempre un luogo fisico, non può ridursi per sempre ad un’aula virtuale. Dopo mesi, trascorsi in casa, finalmente le scuole tra poco riapriranno.

Rimane comunque l’ansia del contagio, delle misure poco rispettate e di una paura che comunque dobbiamo superare per far sì che i nostri bambini e ragazzi continuino il loro percorso scolastico.

Per questo, il Governo italiano, come tutti gli altri Stati Esteri, sta adottando misure preventive per favorire l’andamento scolastico, e prevenire i contagi del Covid-19.

Vediamo ora insieme quali sono, le misure da adottare a scuola:

  • Misurare la temperatura corporea sia a casa che all’ingresso della scuola. Pertanto è consigliabile avere sempre a portata di mano un ottimo termometro o in molte scuole sono stati installati termo scanner per il prelevamento della temperatura;
  • Igienizzare le superfici e le mani: in questi mesi, ci sono state tante campagne pubblicitarie che hanno insegnato ai più piccoli come sia importante igienizzare le mani dopo aver toccato superfici, o starnutito o salutato persone. A questo punto in commercio esistono molteplici prodotti igienizzanti, da quelli per i tessuti e superfici, a quelli adatti per le mani, sotto forma di gel, da portare facilmente con sé;

L’uso della mascherina: la mascherina, dapprima sconosciuto, che da mesi è diventato un accessorio di cui non ne possiamo fare a meno. Realizzato con fantasie e colori stravaganti per aiutare a farla indossare ai più piccoli, esse sono diventate obbligatorie nell’uso quotidiano. I bambini, i ragazzi, hanno imparato che essa ci protegge da un possibile contagio Covid-19.

Diciamo che gel, mascherina e termometro fanno parte quest’anno del corredo scolastico, che ogni genitore dovrebbe procurare al proprio figlio. Ricordando che le scuole hanno adottato dei regolamenti specifici per affrontare la situazione complicata in cui versa il mondo intero, come:

  • banco monoposto, distanziati l’uno dall’altro per mantenere la distanza di 1 metro;
  • togliere le scarpe e indossare le pantofole, per mantenere sterile la superfice scolastica;
  • visiera, al posto della mascherina, per i più piccoli, è una possibile opzione;

Certo non sarà facile, riprendere dopo tutti questi mesi in cui la scuola si è fermata, l’ansia e la paura che abbiamo vissuto in questo periodo non potremmo mai dimenticare, ma i bambini, i ragazzi hanno bisogno della scuola e la scuola di essi poiché è in gioco il futuro delle nuove generazioni.

Condividi